Close

Verso le eclissi estive 2020 e le sfide del nostro tempo

l'asse Gemelli-Sagittario nello Zodiaco

Di Alan Thewless

«La prima vittima quando inizia una guerra è la Verità».

Attribuito al senatore statunitense Hiram Johnson (1918), ispirato dalle parole di Samuel Johnson, 1758[1]

Ho inserito la citazione di cui sopra – quasi un ‘eco di pensieri saggi, che risalgono molto indietro nel tempo, fino all’antichità – perché negli ultimi giorni sono stati fatti riferimenti molto forti ad un mondo in guerra.

Molti l’hanno concepita come una guerra contro un virus, ma le cose possono essere viste in modo diverso, se guardate alla luce degli eventi che si sono svolti e che continuano a svolgersi. Come ho evidenziato in altri scritti[2], in questo nostro tempo ci troviamo di fronte ad una sfida importante riguardo alla natura della Verità: potremmo anche dire in relazione all’Essere della Verità. Se consideriamo di essere davvero in una guerra, allora il suo campo di battaglia è nell’ambito della Veridicità, e il suo contesto temporale abbraccia non solo l’evoluzione presente dell’Umanità, ma anche quella futura. Affrontare la realtà dell’attuale pandemia fa parte di questa sfida maggiore.

Guardando agli sviluppi globali, che adesso stiamo sperimentando su vasta scala, ha un grande valore ricomprendere nel nostro sguardo anche il mondo delle stelle. Acquisire una comprensione in grado di percepire la relazione tra eventi macrocosmici ed eventi terreni può aiutarci a prendere in considerazione le prospettive spirituali. Qui non è previsto nulla di deterministico, ma solo il desiderio di cercare delle immaginazioni oggettive, che possano gettare una luce sul nostro tempo: immaginazioni che possono sorgere dal com-prendere in noi il dramma che sempre, in silenzio, si dispiega e ci accompagna dall’alto.

Nel contesto in cui siamo è necessaria una grande attenzione, naturalmente, alla questione stessa del discernimento della verità dalla falsità. Tuttavia, non c’è dubbio che quest’attenzione è sempre un rischio inevitabile nella professione di essere umani: la sfida di cercare e sostenere ciò che è Vero.

Nell’epoca attuale ci troviamo di fronte a una difficoltà estremamente inusuale, in quanto le più grandi e prestigiose autorità della scienza medica e della ricerca, altamente qualificate nei rispettivi campi di competenza ed esperienza, ci portano incontro conclusioni distanti anni luce tra loro. Allo stesso tempo notiamo anche il più grande livello di confusione e disordine tra le sfere della scienza medica oggettiva, i diritti umani e la potente influenza dell’economia.

Molti di noi si trovano, in questo senso, in un vero e proprio pantano di pregiudizi e interferenze, attraverso cui siamo chiamati individualmente a lottare per trovare un orientamento.

C’è un appello, forse oggi più che mai, a chiarire il funzionamento di queste sfere – ognuna con il suo fine nobile e la sua integrità – che stanno a fondamento della società umana; esse devono essere sane e rispettose le une con le altre nelle loro interrelazioni, affinché anche noi possiamo essere sani.

Voglio tuttavia riprendere il tema iniziale di questo breve scritto, maggiormente legato a come sopravvivere in mezzo alle pesanti difficoltà che si stanno verificando nell’anno in corso. Come possiamo cominciare a prepararci e ad orientarci?

Offrirò solo semplici spunti – che spero possano diventare un punto di partenza per studi più approfonditi e per ulteriori confronti – con l’aspirazione a costruire un ponte tra il macrocosmo e il microcosmo. Così facendo, ciò che viene rivelato dall’alto ci aiuterà a mantenerci attenti ai pressanti bisogni quaggiù sulla Terra.

Fa parte di tutte le guerre moderne assistere all’incontro diretto con ciò che dobbiamo inevitabilmente chiamare “il male“. Tuttavia, nell’usare questa parola, dobbiamo onorarne adeguatamente il significato e l’importanza. In questo senso si può pensare al male come a qualcosa che ci permette di fare passi in modo cosciente verso ciò che dentro di noi è veramente ed essenzialmente Umano – concetti, questi, che possiamo riconoscere nel manicheismo – sapendo che le stelle possono aiutarci nella sfida di affrontare il male e di esserne coscienti.

Andrej Rublëv Michele Arcangelo icona 1414 ca.

Andrej Rublëv Michele Arcangelo icona 1414 ca.

I poteri che lavorano incessantemente per deviare il vero sviluppo dell’Umanità conoscono bene gli intimi nessi che esistono tra il Cosmo e l’Essere Umano. Essi sanno molto di più su queste cose di quanto noi stessi potremmo immaginare.

Come sappiamo dalla scienza dello spirito, questi poteri sono pazienti e aspettano il momento giusto per tentare di privarci della Terra e persino dell’essenza della nostra Umanità. Lavorano sostanzialmente attraverso il subconscio, ma su un altro piano sono perfettamente coscienti delle opportunità indicate nelle stelle. Il loro intento è quello di distorcerle e usurparle per i loro scopi.

È già stato fatto riferimento, in precedenti scritti, a fenomeni unici riguardanti i movimenti di Plutone, Saturno, Giove e Marte. Qui, però, voglio porre l’attenzione sulla recente eclissi lunare del 10 gennaio 2020 e sulle eclissi solari e lunari che si verificheranno in estate. Questi fenomeni aggiungono indicazioni e completano quanto già indicato in precedenza, ma in questo periodo pongono una maggiore enfasi sull’incontro con le forze che minacciano l’essere umano, e che, quindi, devono essere considerate in modo consapevole.

________________________________

A questo proposito inserisco qui di seguito alcune parole di Rudolf Steiner, frutto della sua indagine scientifico spirituale:

“Noi dobbiamo giungere, invece, a ravvisare, a conoscere questi fenomeni che, pur non verificandosi ogni giorno, ma di tanto in tanto, hanno assolutamente il loro lato spirituale. (…) Passiamo ora all’eclissi lunare. Qui la coscienza moderna dice: «La Terra sta fra il Sole e la Luna; perciò sulla Luna appare l’ombra della Terra». È una spiegazione fisica. Ma anche qui l’iniziato antico conosceva il sostrato spirituale: ossia sapeva che, oscurandosi la Luna, i pensieri fluiscono giù attraverso al buio e così si mettono in un rapporto più intimo col subcosciente anziché col cosciente dell’uomo. Perciò gli iniziati antichi, valendosi di una similitudine, dicevano ai loro discepoli (traduco in linguaggio moderno): «La gente fantastica e sentimentale passeggia al lume della Luna; ma gli uomini che vogliono accogliere dall’universo i pensieri diabolici, che non vogliono ricevere dall’universo i pensieri buoni, quelli passeggiano nell’eclissi lunare».

Così, anche qui, in un fatto fisico, ci è dato di accostarci a un fatto spirituale. Oggi non possiamo accogliere queste cose nella loro forma antiquata che ci renderebbe superstiziosi; dobbiamo, però, maturarci a poter vedere il lato spirituale che si occulta nei singoli fatti importanti del mondo. Poiché nel ripetersi annuale di eclissi solari e lunari si ha, per così dire, l’azione di due valvole opposte. Le valvole servono a impedire eventuali guai, a far uscire a tempo debito il vapore. Queste valvole che agiscono sotto la parvenza di eclissi solari e lunari, servono a che la malvagità diffusa sulla Terra, trovi la sua fuoriuscita luciferica nell’immensità degli spazi, dove produce poi altri disastri. E il resto nelle eclissi lunari serve a far sì che i pensieri cattivi dell’universo possano scendere verso coloro che bramano in modo speciale di esserne posseduti. L’uomo non partecipa con piena consapevolezza a questo fatto; tuttavia le cose sono reali, altrettanto reali quanto l’attrazione esercitata da un ago magnetico su certe particelle di ferro. Sono forze che agiscono nell’universo non diversamente da quelle che si studiano oggi nel laboratorio chimico o nella clinica o nel gabinetto di fisica”.[3]

Sono consapevole del fatto che questi sono concetti forti, eppure devono essere presi seriamente in considerazione, perché suggeriscono un retroscena importante, se teniamo  presente la natura speciale delle recenti eclissi e la tempistica della attuale crisi mondiale e delle sue numerose ripercussioni. Considerando ciò che sta operando sulla scena del mondo, possiamo forse confermare a noi stessi la loro importanza. Li includo qui, quindi, per la consapevolezza di tutti noi.

Dovremmo guardare prima di tutto al punto celeste dell’eclissi lunare che si è verificata il 10 gennaio scorso, in relazione ai suoi intrinseci potenziali pericoli. In quell’occasione, il cono d’ombra della Terra si è proiettato sulla Luna mentre questa si muoveva nella Costellazione dei Gemelli, da 23 gradi a 26 gradi (in base allo zodiaco siderale). Questa posizione è estremamente interessante, in quanto fu al 24° grado dei Gemelli che Plutone fu scoperto e osservato per la prima volta; vediamo quindi una connessione tra la ‘nascita’ di Plutone, (e le sfide e gli impulsi che porta con sé[4]) e ciò che l’eclissi lunare del 10 gennaio stava favorendo.

Scoperta di Plutone, 1930

Scoperta di Plutone, 1930

Immaginiamo in modo figurato che, sebbene l’ombra della Terra fosse proiettata sulla Luna seguendo la direzione dal Sagittario verso i Gemelli, la direzione inversa dell’ombra – relativa alla vulnerabilità alle intenzioni malvagie – ha seguito la direzione opposta.

Passiamo quindi a considerare la natura dei Gemelli, prestando attenzione in particolare alle sue sfide, e anche alle sue virtù. Dovremmo essere consapevoli che le sfide associate alle qualità specifiche di una costellazione forniscono sempre anche il necessario coraggio, grazie al quale l’essere umano può trarre il meglio dalle forze che sorgono in quella costellazione.

Principalmente i Gemelli ci portano incontro archetipi che appartengono a: polarità, forze del positivo e del negativo, differenze di punti di vista, anche visioni del mondo diverse e formazione di concezioni diverse della realtà. Il grande pericolo è che senza attenzione possiamo giustificare praticamente qualsiasi idea che ci venga in mente, autoconvincendoci di essere noi stessi i promotori di una verità universale che sarà un bene per tutti.

Questo aspetto opera fortemente nella dinamica psicologica dei Gemelli: potremmo chiamarla l’ombra dei Gemelli. Il pericolo è che noi ci rapportiamo alla realtà in base ai nostri scopi e alle nostre intenzioni. La verità diventa semplicemente ciò che noi vogliamo che sia, piuttosto che ciò che dovrebbe essere, ovvero la pietra angolare, il principio che ci conduce verso ciò che è reale.

Per via degli influssi dell’eclissi lunare del 10 gennaio, siamo diventati particolarmente vulnerabili alla confusione di una miriade di punti di vista, derivanti da convinzioni altrettanto diverse e convincenti. Se non troviamo un centro, un fondamento, l’effetto è lo spaesamento e la vulnerabilità alla manipolazione. Da gennaio, in un modo mai sperimentato prima, l’intera umanità è stata soggetta alla pressione dei più svariati programmi concernenti ciò che è buono, reale e sano. Ma è proprio in relazione a questi aspetti che dobbiamo essere attenti a cosa sta operando dietro ai punti di vista particolari, e soprattutto dietro ai “programmi” verso cui siamo indirizzati.

Per questo è necessario coltivare il coraggio di afferrare con la comprensione i diversi punti di vista e di discernere ciò che, dentro e dietro un punto di vista, opera fedelmente a favore dell’intero l’Essere Umano – Essere che ha nobilmente sete di Verità e aborrisce la Menzogna.

Noi abbiamo bisogno del coraggio per guardare all’interezza dell’essere umano nel Corpo, nell’Anima e nello Spirito, e non per concentrarci ossessivamente ed esclusivamente sul Corpo. Le influenze di Plutone quindi, come indicato prima ed evidenziato in precedenti scritti, ci rendono consapevoli del fatto che in ogni crisi è presente una sfida oggettiva: se la accogliamo, ci offre una perfetta opportunità per penetrare più profondamente in ciò che è veramente necessario per la vita culturale e per il rispetto dell’Umano.

Grazie a questa opportunità, se teniamo presenti in noi punti di vista diversi, mantenendo la necessaria mobilità e destezza interiori, possiamo trovare le risorse spirituali per incontrare l’Essere della Verità.

Il dono di Fedeltà dei Gemelli, se ci manterremo mobili e desti nella profonda fedeltà alla Vera Immagine dell’Essere Umano, potrà così trovare un posto speciale nei nostri cuori e aiutarci a tirar fuori qualcosa di buono dalla confusione.

Pericolo/Distorsione:

  • il rischio che la realtà venga manipolata per soddisfare scopi e intenti specifici, che la verità venga modellata per adattarsi ai piani e ai programmi più assurdi. Il rischio di porre la massima enfasi sul Corpo a scapito dell’Anima e dello Spirito.

Gesto interiore curativo:

  • il coraggio di avere presenti alla coscienza diversi punti di vista;
  • la fedeltà verso la Vera Immagine dell’Essere Umano e del suo Potenziale Futuro.

 

Nei mesi di giugno e luglio di quest’anno incontriamo ancora delle eclissi; prima un’eclissi lunare penombrale il 5 giugno; poi, un’eclissi solare anulare il 21 giugno, seguita da una seconda eclissi lunare penombrale il 4 luglio – quest’ultima visibile in America, Africa ed Europa.

Il 5 giugno la Luna si trovava nel cuore dello Scorpione, mentre il cono d’ombra della Terra veniva proiettato su di lei.

In quel frangente, e con influssi che hanno una risonanza anche in seguito, si diffonde un’atmosfera di vulnerabilità alle forze che agiscono dall’interno della Terra, e possono venire compiute azioni in cui gli impulsi aggressivi prevalgono sull’integrità dell’individuo.

Dovremmo mantenere questa consapevolezza a livello globale, e osservare le dinamiche che si muovono in questo squilibrio, facendo leva sull’istintualità. Dovremmo rimanere pazienti e obiettivi riguardo a ciò che sorge o irrompe a turbare la vita del sentimento. Dovremmo trasformare il potere in amore.

eclissi lunari

Eclissi lunari

Pericolo/Distorsione:

  • vulnerabilità alle forze che agiscono dall’interno della Terra;
  • essere spinti o trascinati verso impulsi o sentimenti aggressivi. L’integrità personale è minacciata.

Gesto interiore curativo:

  • Coltivare pazienza e apertura di cuore per accogliere la forza più grande dell’Amore, attraverso la trasformazione interiore.

 

L’eclisse solare anulare del 21 giugno metterà in azione ancora una volta l’asse Gemelli/Sagittario, che sta operando nel modo più intenso nella nostra epoca.

Il Sole si troverà allora nei primi gradi dei Gemelli e l’ombra più scura si muoverà attraverso l’Africa centrale, l’Arabia meridionale, il Tibet, la Cina e Taiwan.

Come risposta a questo evento, è importante prestare attenzione a dove in questo momento c’è eccesso di luce e leggerezza, perdita di attenzione verso ciò che è più umano e buono, superficialità. Tutto questo può manifestarsi anche a livello globale, e potremmo forse anche osservare, nei leader mondiali, un affievolirsi del senso di responsabilità nel favorire ciò che è veramente umano e buono.

Pericolo/Distorsione:

  • perdere il contatto con i bisogni urgenti della Terra e con le responsabilità che abbiamo.

Gesto interiore curativo:

  • lavorare creativamente in fedeltà alla sacralità dell’incontro e della relazione umana;
  • essere capaci di sacrificare qualcosa per amore dell’altro.

 

Per quanto riguarda l’eclissi lunare penombrale del 4 luglio abbiamo motivo per essere molto preoccupati. La Luna sarà di nuovo sull’asse Gemelli/Sagittario, come il 10 gennaio, solo che questa volta il cono d’ombra della Terra sarà proiettato sulla Luna, che si troverà in Sagittario. Le forze cosmiche potranno allora essere deviate verso soluzioni che prevedono un univoco ordinamento del mondo. Coloro che conoscono queste cose, e sono ad esse inclini, saranno influenzati ad utilizzare questo periodo per avviare cambiamenti radicali, che ci vorranno conformare a dottrine singolari.  

In quanto individui dobbiamo discernere attentamente, con chiarezza di cuore, il fondamento spirituale che sta alla base di tali singolari approcci. Dobbiamo discernere in questi casi se l’essenza dell’Essere Umano è presente e amata.

Non si tratta di una ricerca intellettuale e astratta, ma piuttosto di qualcosa che fa appello ad una conoscenza che sorge dal nostro cuore.

Pericolo/Distorsione:

  • vulnerabilità alle forze che vogliono dirigerci, allontanandoci dalle vere mete verso cui è diretto il genere umano;
  • univoco ordinamento del mondo, che ci fa precipitare nell’isolamento – nell’autismo globale, nell’indurimento e nella fissazione dell’Essere Umano unicamente sulla materia;
  • ancorarsi solo al Corpo fisico, escludendo tutte le altre componenti dell’essere umano.

Gesto interiore curativo:

  • sentire come il mio sé individuale, unendosi all’Essere di tutta l’Umanità, trova il suo Vero Essere. Suggerimento: Lavorare con la ‘Meditazione della Pietra di Fondazione[5]‘ che rivela come l’Essere Umano Intero appartenga al Cosmo.

 

Struttura della Meditazione della Pietra di Fondazione

Struttura della Meditazione della Pietra di Fondazione

Non dobbiamo perderci d’animo di fronte alle difficoltà attuali, perché accanto alle esasperazioni e alle sfide che stiamo incontrando in questo momento, vi sono sempre opportunità reali e vitali per il rafforzamento spirituale. La Meditazione della Pietra di Fondazione è certamente un mezzo per aiutare il nostro orientamento individuale all’interno della dinamica delle forze attive nell’asse Gemelli/Sagittario.

Lavorare con questa meditazione – o con altre che ci sono familiari e che portano a focalizzarci su ciò che è veramente umano, che è sempre centrale rispetto alle polarità – sarà particolarmente utile durante i giorni delle prossime eclissi; aiuta a dissipare le nuvole, e sostiene l’apertura ad una chiara visione.

Nutro la sincera speranza che questi spunti di pensiero, basati su molti anni di ricerca sulla vita delle costellazioni, possano aiutare in modo pratico durante i mesi a venire, gravidi di sfide … e anche la grande speranza di poter trovare modi per contribuire a sanare gli squilibri sociali, e per restituire dignità al campo della Veridicità.

Alan Thewless, Pentecoste, 2020

Angelo, Guariento di Arpo (1310–1370) Musei civici di Padova

Angelo, Guariento di Arpo (1310–1370) Musei civici di Padova

[1]Tra le calamità della guerra si può annoverare congiuntamente la diminuzione dell’amore per la verità, per le falsità che l’interesse detta e la credulità incoraggia“. (Samuel Johnson, da The Idler, 1758)

[2]Diario delle Notti Sante 2019-2020 e Lettera del 9 marzo 2020

[3] da OO 213 “Domande umane e risposte cosmiche” (seconda conferenza – “La luce del sole e la luce della luna, le eclissi solari e lunari e la loro relazione con la vita dell’anima dell’umanità” Dornach, 25 giugno 1922,).

[4]A titolo di breve descrizione, Plutone fu scoperto nel 1930, collegato ad un decennio di intense ricerche sulla fisica atomica nucleare, con la prima scissione dell’atomo nel 1932. Il 1930 fu l’anno della Grande Depressione e dell’ascesa del nazionalsocialismo in Germania: nel 1930 il partito nazista diventa il secondo partito più potente della Germania. Si può pensare a Plutone che apre il portale verso il regno della sub-natura (verso ciò che è alla base della materia). Mostra un volto distruttivo, ma solo quando le potenzialità di un’epoca non sono realizzate. È anche una guida per una maggiore comprensione del cristianesimo esoterico – l’Essere del Cristo come fondamento di tutta l’esistenza.

[5] La Meditazione della Pietra di Fondazione fu data da Rudolf Steiner per la rifondazione della Società Antroposofica il giorno di Natale del 1923, a Dornach in Svizzera.

WhatsApp WhatsApp us